sabato 22 giugno 2002

Miràculo! Sono resuscitati i commenti!

lunedì 17 giugno 2002

Uff, c'era un bell'articolo ieri sull'unità,
di Furio Colombo sulle impronte digitali,
e volevo linkarlo qui oggi ma non riesco a trovarlo,
ma insomma vabe'
vado a leggermi il mio oroscopo di fiducia...
(Hanno appena suonato quei pazzi leninisti di Lotta Comunista,
vanno in giro con sto caldo ad autofinanziarsi,
bisogna dire che c'hanno del coraggio,
fa forse tutto parte della loro follia.)

giovedì 13 giugno 2002

Ho letto una storia del Mullà Nasrudìn (…)

Che Il Mullà Nasrudìn andava in carrozza con un suo amico verso Baghdad, il suo amico ha visto un’indicazione stradale che diceva che Baghdad era nella direzione opposta a quella dove stavano andando Guarda che il cartello dice che per Baghdad dobbiamo andare dall’altra parte, aveva detto il suo amico al Mullà Nasrudìn.

Ma perché devi sempre concentrarti su dei particolari fastidiosi, gli aveva risposto il Mullà Nasrudìn, guarda piuttosto come andiamo veloci, in questa carrozza.

Paolo Nori, Si chiama Francesca, questo romanzo, Einaudi

martedì 11 giugno 2002

ufff
s'ha da studiare
s'ha da studiare
lavorare!
lavorare!

venerdì 7 giugno 2002

Michele Serra

Certo, in quasi trent’anni di giornalismo si impara a dubitare delle proprie idee, e comunque a usare in maniera più accorta le parole. Certo, è molto importante aprirsi alle opinioni degli altri, e guai a chi si illude di avere già capito come funziona il mondo e chiude porte e finestre alle novità in corso. Certo, l’attitudine alla polemica non deve far mai venire meno una certa qual cavalleria, così che i modi non siano mai così rozzi da gettare una cattiva luce anche sulle migliori ragioni. Certo l’accortezza dello stile , la misura dello scrivere devono essere sempre ben temperati , perché solo così si riesce a dominare la materia grezza delle emozioni e a trasformarla in discorso, in ragionamento. Certo, soprattutto in un periodo così acido e arroventato, la responsabilità di chi scrive è particolarmente alta, ed è gravemente sbagliato gettare benzina sul fuoco. Ciononostante, sono assolutamente sicuro che l’idea di intitolare alla mamma di Berlusconi un nuovo club di Forza Italia sia una delle più spaventose cagate degli ultimi cento anni.
Michele Serra, Repubblica

giovedì 6 giugno 2002

Oggi: acido.
Perchè sta minchia di commenti non funzionano?