giovedì 13 giugno 2002

Ho letto una storia del Mullà Nasrudìn (…)

Che Il Mullà Nasrudìn andava in carrozza con un suo amico verso Baghdad, il suo amico ha visto un’indicazione stradale che diceva che Baghdad era nella direzione opposta a quella dove stavano andando Guarda che il cartello dice che per Baghdad dobbiamo andare dall’altra parte, aveva detto il suo amico al Mullà Nasrudìn.

Ma perché devi sempre concentrarti su dei particolari fastidiosi, gli aveva risposto il Mullà Nasrudìn, guarda piuttosto come andiamo veloci, in questa carrozza.

Paolo Nori, Si chiama Francesca, questo romanzo, Einaudi