giovedì 27 febbraio 2003

il mio vicino di casa è sordo.
il mio vicino di casa ha forse settant'anni
(forse di più)
il mio vicino di casa ha il salotto
attaccato a una camera da letto: la mia.
il mio vicino di casa guarda la tv
finchè non s'addormenta
(e anche quando s'addormenta non è detto
che la spenga)
il mio vicino di casa guardasse anche Porta a porta non mi dispiacerebbe
ma lui
guarda
su
La7
Catherine Spaak
e il suo angelo
e io mi becco
ogni sera
una serie
di vaccate
new age
che non so
più come
gestire.

malumore. vaccaboia.

[Questo adesso non centra nulla, ma tant'è.

Donna

Quand'eri
giovinetta pungevi
come una mora di macchia. Anche il piede
t'era un'arma, o selvaggia.

Eri difficile a prendere.
Ancora
giovane, ancora
sei bella. I segni
degli anni, quelli del dolor, legano
l'anime nostre, una ne fanno. E dietro
i capelli nerissimi che avvolgo
alle mie dita, più non temo il piccolo
bianco puntuto orecchio demoniaco.

Umberto Saba]