sabato 31 maggio 2003

Ore 1:30, davanti al cinema Astra. ale, Ale, Umbe, Gino, T.

- Oh ale, è finito il mese mariano.
- Eh, cazzo, non dirmelo. Metterò via il rosario.
- Ma quella la conosco… Era una mia compagna delle medie.
- Guardati, sembri una vittima del disagio giovanile
- Disagio sì, giovanile… insomma
- Oh, chi ha una sigaretta?
- Ehi, ero innamorato di lei.
- Porcaputtana, ma oggi è la giornata contro il fumo! Be’ ormai l’ho accesa.
- Siamo rimasti sono noi e loro, andiamo a conoscerle?
- Sì sì, era proprio lei. La mia compagna. Si è fatta magra.
- E’ una silfide.
- DottòrRu. non dica cazzate. Cos’è una silfide.
- Ehi, qualcuno sa cos’è il linoleum?
- Dicesi silfide: persona abitante dei boschi, longilinea.
- Guarda che andiamo a controllare, eh?
- La vedi quella bionda? Come dice Marco: io me la farei.
- Chi mi dice cos’è il linoleum?
- Prendi per il culo?
- La conosco, sai? E’ un’amica di Mino.
- Chi viene al festival celtico domani?
- Sono quelle cose leghiste?
- Be’ perché non me la presenti?
- No, non credo, dev’essere un festival grosso.
- Oh, mi hanno detto che vai in giro circondato da fighe.
- Domani ho un matrimonio.
- Io? No, quando mai. Chi te l’ha detto?
- Mi fermano per strada per dirmelo.
- DottorRu, mi faccia due fotocopie, va.