martedì 23 aprile 2002

Perché mi arrivano le lettere di Frate Indovino?
Mi scrive:
E' certo che, da parte mia, porgo la mano per offrire quello che in realtà ho di più caro: la mia Fede in Dio ed il rispetto per tutte le Sue creature.
o anche:
Dalla corrispondenza che fino ad ora ho ricevuto emerge un partecipato consenso per l'Almanacco Frate Indovino 2002, dal titolo "Zuccherini Italiani". Non solo la veste grafica è reputata gradevole, ma anche il tema di fondo (che bacchetta in modo bonario quei "vizzietti" tipici degli "arrivisti nostrani" vecchi e nuovi) è stato compreso e anche apprezzato.

Caro Frate: cambi nome, la prego. Io - glielo dico una volta per tutte -
sono ateo. Non bestemmio solo perchè mi vengono meglio altre parolacce.
Degli "Zuccherini Italiani", che, detto con franchezza, mi fanno venire la pelle d'oca,
non me ne frega un cazzo.
E "vizzietti" si scrive con una zeta sola.