venerdì 6 giugno 2003

- Ehi, ciao, volevo chiamarti prima ma era sempre occupato
- Non era sempre occupato
- Certo, era sempre occupato. Occupatissimo.
- Ti sbagli, l’altro ieri era sempre occupato, oggi non era occupato. Era libero.
- Sì, che era occupato, non era libero, e lo so perché era occupato.
- No, guarda che ti stai sbagliando, era libero, non era occupato.
- Era occupato, e lo sai perché? Perché è il tuo compleanno! Auguri!
- …
- Auguri!
-...
- Auguri?
- Appunto. Il mio compleanno era l’altro ieri, oggi non era occupato.
- …
- …
- Ah, era l’altro ieri?
- L’altro ieri.
- Ecco perché era sempre libero
- Già

All’una di notte, io, Alberto e Marco, cominciando a parlare di cinema, volendo parlare di cinema, e di cinema estivo in particolare e in particolare di cinema d’essai estivo, cinema d’essai estivo pesante e mortale, ma non per questo non affascinante, parlando di cinema d’essai estivo lesbico islandese, io, Alberto e Marco, all’una di notte o giù di lì, dopo aver offerto una serie di spriz – la voce si era sparsa, che avrei offerto, e sono venuti a riuscuotere tutti quelli ai quali ho scroccato negli ultimi anni, gente che non vedevo dal 1989 - siamo finiti a sviscerare i seguenti tre argomenti:
1. certe persone avrebbero bisogno di quattro chili di cazzo;
2. cagare è bello, ma anche difficile;
3. nel forum della Marvel dicono di parlare di fumetti, ma in verità parlano solo di figa e si vede benissimo.

Lascio immaginare.